Ravioli giapponesi gyoza

Con la ricetta di oggi facciamo un viaggio gastronomico nel lontano Giappone. I ravioli giapponesi, o gyoza o in italiano ravioli di carne, hanno origini molto lontane. Seppur tipici della cucina giapponese, si pensa siano una rivisitazione dei ravioli cinesi jiaozi e la loro popolarità in terra giapponese coincide proprio al ritorno delle truppe dall’invasione della Manciuria durante la seconda guerra mondiale (fonte Oahyo.it).

Ravioli giapponesi gyoza le ricette di elisir

Guardandoli più da vicino sono composti da un guscio di finissima pasta e ripieni con carne di maiale. La versione che propongo oggi è cotta in padella, ma si possono cuocere anche al vapore. Nel primo caso, sulla base si formerà una leggera crosticina saporita, mentre nel secondo caso la cottura sarà più omogenea. Comunque vada, in entrambi i casi, saranno ottimi da tuffare nella salsa di soia e del sesamo tostato. Una vera e propria bontà, sotto forma di raviolo. Seguitemi in cucina, andiamo in Giappone senza il jet lag!

Ravioli giapponesi gyoza

Ingredienti per la pasta:

  • 400 gr circa di farina 0
  • 120-130 ml di acqua tiepida
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 400 gr di macinato di maiale
  • 1/2 cavolo cinese o verza
  • 2 carote
  • 1 pezzetto di zenzero
  • 3 dita di porro o 2 cipollotti
  • 1 spicchio di aglio
  • 4-5 cucchiai di salsa di soia
  • sale q.b.

PER TUTTE LE NOVITÀ IN ANTEPRIMA, PER SEGUIRE LE MIE STORIES PASSATE SULLA MIA PAGINA INSTAGRAM!

Procedimento:

  1. Preparate la pasta, impastando la farina, l’acqua ed il sale fino ad ottenere un panetto liscio. Avvolgetelo nella pellicola e ponetelo in frigo mezz’ora circa.
  2. Tritate molto finemente con l’aiuto di un robot, il cavolo, le carote pulite, il porro, lo zenzero e lo spicchio di aglio.
  3. Unite il trito di verdure al macinato di maiale, aggiungete una presa di sale, la salsa di soia e mescolate con un cucchiaio amalgamando il tutto molto bene. Lasciate riposare anche il composto circa 3o minuti in frigo.
  4. Riprendete l’impasto e dividetelo in 2. Stendete entrambe le soglie molo finemente e ricavate dei cerchi, aiutandovi con un coppapasta tondo oppure con un bicchiere piccolo.
  5. Mettete un cucchiaino abbondante dentro ogni cerchio di pasta e chiudetelo a metà, pressando bene le estremità per sigillarlo.
  6. Nel caso vogliate provare a chiudere i ravioli giapponesi in modo diverso (e anche più scenografico) potete seguire questo video.
  7. Per la cottura in padella: fate scaldare una padella antiaderente, ungeleta leggermente, mettete i ravioli giapponesi con l’apertura verso l’alto e fateli cuocere 5 minuti coperti. Dopodiché senza toccarli, aggiungete un bicchiere di acqua e continuate la cottura, sempre con il coperchio, fino a che l’acqua è completamente evaporata.
  8. Per la cottura al vapore: foderate il cestello per la cottura con delle foglie di verza, disponete sopra i ravioli, chiudete e cuocete per almeno 20 minuti.
  9. Serviteli caldi con la salsa di soia, sesamo tostato e un po’ di cipollotto o erba cipollina tritati finemente.

Ravioli giapponesi gyoza le ricette di elisir

Se vi piacciono le mie ricette e volete essere sempre aggiornati sulle novità  che escono dalla mia cucina, passate sulla mia pagina Facebook, lasciate un mi piace e condividete anche con i vostri amici!

A presto, Elisa.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: