Pasta al pesto di rucola

Per oggi una ricetta a tutto benessere! Prepariamo insieme una pasta integrale al pesto di rucola. Non immaginate nemmeno dentro a quelle piccole foglioline verdi, leggermente amarognole, quante proprietà si nascondono!

Recenti studi hanno inserito la rucola nei cosiddetti superfood, ovvero tutti quegli “alimenti che hanno un  ridotto contenuto calorico e ricchissimi di nutrienti: una fonte eccezionale di antiossidanti e nutrienti essenziali, quelli che noi non siamo in grado di produrre”. (fonte: Food Matters)

Alleata per il nostro intestino, utile a tutto l’organismo per depurarsi e sfiammarsi e un concentrato di vitamine non indifferente. Noi la consumeremo cruda riducendola in pesto, aggiungendo altre fonti buone come i pinoli, le mandorle e del buon olio extravergine di oliva. Seguitemi per preparare insieme questa gustosissima pasta!

 

Pasta al pesto di rucola le ricette di elisir

 

 Pasta al pesto di rucola

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr di pasta integrale
  • 100 gr di rucola lavata
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr di mandorle pelate
  • 50 gr di parmigiano a pezzetti
  • 50 gr di pecorino a pezzetti
  • sale e olio evo q.b.

PER TUTTE LE NOVITÀ IN ANTEPRIMA, PER SEGUIRE LE MIE STORIES PASSATE SULLA MIA PAGINA INSTAGRAM!

Procedimento:

  1. Prepariamo il pesto mentre cuoce la pasta quindi, appena l’acqua bolle calare la pasta, nel frattempo…
  2. Nel boccale del mixer unire tutti gli ingredienti tranne l’olio, se non preferite il pecorino aggiungere direttamente 100g di parmigiano
  3. Tritare inizialmente a scatti, cercando di amalgamare un po’ gli ingredienti
  4. Aggiungere poco olio per volta e continuare a frullare a scatti
  5. Una volta raggiunta la consistenza desiderata (più o meno liscia) assaggiare ed aggiustare di sale
  6. Scolare la pasta e aggiungere il pesto di rucola a cucchiaiate
  7. Mescolare e servire subito, con qualche mandorla e pinolo interi ed un giro di olio a crudo.

 

 

Consiglio:

  • Per una versione più “naturale” si può usare il classico mortaio per pesto
  • Una volta pronto si può conservare in frigo fino ad un massimo di 3 giorni, coperto con pellicola o in un contenitore ermetico
  • Si può congelare in piccole porzioni usando le forcine per i ghiaccioli o dei bicchierini di plastica da caffè

 

 

Se vi piacciono le mie ricette e volete essere sempre aggiornati sulle novità che escono dalla mia cucina, passate sulla mia pagina Facebook e lasciate un mi piace 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: