Farro perlato in padella ai funghi

Farro perlato in dispensa ne abbiamo?! Io sì, tanto, buonissimo e soprattutto biologico delle mie amate colline marchigiane. In famiglia lo mangiamo tutti, ultimamente come sostituto al riso bianco. Il farro perlato non ha bisogno di ammollo, si cuoce in una ventina di minuti, fa bene alla salute in quanto cereale ricco di fibre e facilmente digeribile, quindi perché non provarlo e man mano inserirlo nella quotidianità?

farro

A noi piace tanto nella versione “risottata” in padella con i funghi, voglio farlo provare anche a voi e vedrete che lo preparerete spesso! Allora siete pronti? Si va in cucina!

Farro perlato in padella ai funghi

Ingredienti per 4 porzioni di:

  • 300 gr circa di farro perlato bio (io l’ho acquistato presso l’Azienda Monte Gemmo)
  • 1 scalogno, peperoncino q.b
  • 500 gr di funghi misti tra champignon e pleurotus
  • 1 cucchiaio di margarina + 1 per mantecare
  • prezzemolo
  • 1,5 lt di brodo vegetale
  • sale q.b.

PER TUTTE LE NOVITÀ IN ANTEPRIMA, PER SEGUIRE LE MIE STORIES PASSATE SULLA MIA PAGINA INSTAGRAM!

Procedimento:

  1. Prendiamo tutti gli ingredienti e teniamoli a portata di mano. Iniziamo facendo il brodo vegetale e lo teniamo caldo mentre cuciniamo per non abbassare la temperatura del farro in cottura, in alternativa va bene anche l’acqua ma con il brodo sarà più saporito.
  2. Puliamo bene i funghi dalla terra con l’aiuto di un panno di cotone o della carta da cucina, per gli champignon togliere la pelle dal cappello. Tagliamoli tutti finemente cercando di mantenere lo stesso spessore, così la cottura risulterà uniforme.
  3. Facciamo sciogliere la margarina in pentola, uniamo lo scalogno tritato finemente ed il peperoncino, lasciare soffriggere leggermente per circa 1 minuto.
  4. Caliamo il farro e versiamo con due mestoli circa di il brodo, mescoliamo bene e lasciamo cuocere coperto fino a che il brodo stesso non si è asciugato. Dopodiché uniamo i funghi e di tanto in tanto il brodo, proprio come se stessimo cuocendo un risotto.
  5. Dopo una ventina di minuti, assaggiamo il grado di cottura, saliamo ed eventualmente aggiungere altro brodo.
  6. In ultimo mantechiamo con un po’ di margarina e del prezzemolo fresco tritato finemente. Servire caldo.

Consiglio:

  • Per una versione più golosa e completa di questa ricetta, possiamo aggiungere anche dei pezzetti di petto di pollo. E’ buona gustata calda o anche tiepida nei mesi estivi, come piatto unico e saporito!

Se vi piacciono le mie ricette e volete essere sempre aggiornati sulle novità che escono dalla mia cucina, passate sulla mia pagina Facebook e lasciate un mi piace 🙂

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: