Impasto per pizza a lunga lievitazione

A chi non piace la pizza? Noi la adoriamo ed è diventato un rituale settimanale. Spesso è la domenica sera, magari davanti alla partita di calcio o in compagnia di amici. Ho testato ormai questo impasto per pizza a lunga lievitazione da diverso tempo ed è davvero ottimo! Chiunque può cimentarsi ed avere ottimi risultati!

impasto-per-pizza-1

Per questa ricetta possiamo usare anche più tipi di farina, mescolando ad esempio quella integrale e la manitoba, la macinata a pietra, quella di farro, di kamut, insomma quello che la dispensa e la fantasia ci permettono di usare! Il poco lievito madre secco, l’alta idratazione (circa il 70%) e la lunga maturazione in frigo daranno alla pizza un sapore buonissimo e soprattutto una leggerezza davvero inaspettata! Il mio consiglio è di preparare l’impasto per pizza tra giovedì e venerdì per gustarlo la domenica, fidatevi non ne potrete più fare a meno!

impasto-per-pizza-3

Impasto per pizza a lunga lievitazione

Ingredienti per 2 pizze tonde tipo pizzeria:

  • 330 gr di farina totale (potete provare metà 0 e metà integrale o a vostro gusto)
  • 230 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 7-8 gr di lievito madre secco
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • olio extravergine q.b.
  • farina di semola q.b.

Procedimento:

  1. In una ciotola uniamo la farina ed il lievito secco, sciogliamo il sale nell’acqua e aggiungiamone poco per volta alla farina impastando con una paletta di legno o con le mani o con la planetaria, fino a che il composto risulta incordato.
  2. Data l’alta idratazione, l’impasto della pizza sarà piuttosto appiccicoso, è del tutto normale. Lasciamo riposare il composto una mezz’ora, dopodiché ungiamo un contenitore di plastica con coperchio e inseriamo il composto all’interno. Riponiamolo nel ripiano più basso del frigorifero e lasciamolo maturare per un minimo di 12 ore.
  3. Tiriamo fuori l’impasto 4 ore prima della cottura e lasciamo acclimatare 1 ora. Spargiamo la spianatoia con la farina di semola e lavoriamo il composto formando un rettangolo, chiudendo a portafoglio i due lati più lunghi e di nuovo da destra verso sinistra fino a formare un panetto. Seguite QUESTA immagine per una migliore riuscita. Ripetiamo 2 volte e dividiamo l’impasto in due palline di pari peso.
  4. Terminiamo la lievitazione e stendiamo con le mani.
  5. Condiamo a nostro piacimento e poi cuociamo in forno fino a doratura.

Il consiglio di Elisir: 

Possiamo congelare l’impasto dopo la maturazione ed usarlo quando ne abbiamo bisogno. Possiamo usare anche il lievito di birra, non più di un quarto di panetto e se prolungate la maturazione in frigo servirà sempre meno lievito.

Se vi piacciono le mie ricette e volete essere sempre aggiornati sulle novità che escono dalla mia cucina, passate sulla mia pagina Facebook e lasciate un mi piace 🙂

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbe interessarti anche

Gamberoni al forno, cottura perfetta senza errori Vi vedo eh, che quando andate al ristorante vi prendete i gamberoni al forno. Sì si proprio quelli succulenti e giganti che andrebbero mangiarti con l...
Gnocchi alle cozze e crema di ceci Gnocchi cozze e crema di ceci, un primo piatto dalle diverse consistenze e sapori. E' delicato e allo stesso tempo saporito, i ceci resi crema avvolgo...
Gnocchi con crema di zucca e vongole Gnocchi con zucca e vongole, sembra un abbinamento azzardato, come lo è stato quello della pasta con le cozze e pecorino. Ma come sappiamo la zucca ha...
Farro perlato in padella ai funghi Farro perlato in dispensa ne abbiamo?! Io sì, tanto, buonissimo e soprattutto biologico delle mie amate colline marchigiane. In famiglia lo mangiamo t...
Facebookpinterest


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi